Allarga il carattere Riduci il carattere Esporta l'articolo in formato Pdf Stampa l'articolo

Articolo del: 21 Gennaio 2013 ore 17:13:57

Stage all'ospedale Memorial Sloan-Kettering Cancer Center

Diario della visita al Memorial Sloan-Kettering Cancer Center

Approfittando del fatto che mia figlia Chiara, radiologa presso la senologia dell'ospedale di Carrara (ha vinto la borsa di studio europea per fare ricerca presso il Memorial Sloan Kettering Cancer Center) ho deciso di frequentare a mia volta il reparto della chirurgia del capo e del collo.

Prossimamente pubblicherò in questa pagina, l'andamento della mia permanenza.

Aggiornamenti del 28/01/2013
Mi sono prenotato alla segretari del Direttore del Dipartimento, come previsto alle ore 9. Aveva una cartella pronta con tutta la documentazione necessaria: targhetta identificativa, prescrizioni da osservare, regolamentazione della privacy e programma dell'attività clinica e delle conferenze, con orari, sedi. Mi ha accompagnato in sala operatoria dove mi hanno assegnato un armadietto e casacche per cambiarmi per la sala.
La stessa efficienza l'ho trovata l'ultimo giorno quando la stessa segretaria mi ha preparato l'attentato di frequenza.

In sala operatoria:
Qui ho conosciuto il dott Ashock Shaha che aveva la seduta operatoria:
- fanno il disegno del tracciato dell'incisione flettendo il capo del paziente già intubato: così scelgono perfettamente l'orientamento delle linee di Langer
- infiltrano il tracciato dell'incisione con 1-2 cc di anestetico, senza sollevare ponfi.
- il campo operatorio lo fa la circulating nurse
- delimitazione del campo con teli: due teli doppi vengono messi sotto il capo del paziente (mentre anestesista e circulating nurse sollevano il capo e i vari tubi, senza sporcare il campo disinfettato); il telo inferiore viene spinto sotto le spalle, mentre il più superficiale viene avvolto sul capo e chiuso con un Backaus sulla fronte; con lo stesso telo e un'altro Backaus viene anche bloccato il tubo corrugato; posizionano tre pezze una per lato e una dal basso a circoscriver il campo; viene poi messo un telo a V (aperto verso l'alto) e questo fissato con "Precise" alle suddette pezze e la telo inferiore dei due messi sotto al testa. Infine a coprire il volto un telo trasparente il cui margine adesivo circoscrive il campo verso l'alto. Il viso del paziente e i tubi restano così sempre visibili e controllabili.
- usa il divaricatore di Mahorner
- disseca tutti i piccoli vasi o con un long clamp o con un mosquito con branche sottilissime
- " Shaha bipolar": con questo mosquito molto sottile prende dei piccoli vasi e li strappa facendosi coagulare col monopolare
- tuttavia usa praticamente solo il bipolare e il Ligasure. Non gli ho visto fare neppure una legatura
- si affida molto all'ecografia per lo studio dei linfonodi laterocervicali
- Shaha disseca con un long clamp ( o col mosquito a branche sottili), mentre il resident coagula i tessuti presentati col bipolare ( o col Ligasure)
- l'intervento viene descritto su un database già precostituito

Aggiornamenti del 08/02/2013
Ho assistito a due tiroidectomie eseguite dal dott Boyle (su regno attending). In realtà si è messo al capo sul paziente a tenere i divaricatori ed ha guardato e consigliato in conrtinuazione due resident che operavano.

Da notare:
- accurata preparazione dei due lembi al di sotto del muscolo platisma. Per questa usa due uncini doppi e traziona la cute verso il basso ( per il lembo inferiore) e viceversa per il superiore.
- sezione dei muscoli sterno tiroidei in alto. Lo fa dopo aver preparato il piano tra sterno ioideo e sterno tiroideo. Sostiene che questo gli facilità la sezione del peduncolo superiore e secondo lui risulta in minor dolore postoperatorio. In effetti il campo operatorio è ben aperto.
- usa praticamente solo monopolare ( a differenza di altri, poco il bipolare) e il Ligasure per i peduncoli più importanti.
-l'aiuto usa un long clamp per preparare i tessuti da coagulare ( con mono-, bipolare o Ligasure)
- il polo superiore lo fa per primo, poi ricomincia dal basso verso l'alto, sempre restando aderente al parenchima tiroideo.
- non ha messo drenaggio
- usa catgut cromico ( e questo mi è sembrato strano.....) per chiudere la linea Alba cervicale e fare il sottocute.

Hanno dei letti che oltre a potersi piegare (alzare, abbassare spalle e gambe) possono anche allungarsi, così accomodando si a persone di diversa altezza.




About this post

Professor Dr. Pietro Iacconi
Nato nel 1947, sposato, ha due figlie. Si è laureato in medicina e chirurgia nel 1974 presso l’Università di Pisa....
http://www.gruppomedicochirurgicotoscano.com/pietro.iacconi/

Scrivi il tuo commento

Per inoltrare il tuo commento occorre essere identificati. Se non sei registrato clicca qui.

Sfoglia gli articoli

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus

ERRORE: Il database indicato nel config.php non esiste! Il database va creato prima di effettuare l'installazione.